Seguici su

Attualità

10 anni senza Gabbo

10 anni senza Gabbo

Sono già passati 10 anni. Dieci lunghissimi anni da quell’ 11 Novembre 2007. Uno de giorni più tristi non solo per il calcio italiano ma anche per tutta la società italiana. La mattina di dieci anni fa ci lasciava Gabriele Sandri, anzi veniva strappato alla vita Gabriele Sandri. Una vita spezzata a soli 26 anni per colpa di un proiettile vagante. Colpito al collo, così moriva Gabbo quella domenica che per lui significava solo una cosa: Lazio. Una passione viscerale, un’amore che lo spingeva a macinare chilometri in giro per l’Italia pur di sostenere la maglia biancoceleste. Tutto finito in quell’anonimo autogrill vicino Arezzo, mentre si recava a Milano per Inter-Lazio. Il colpo fatale sparato da un membro delle forze dell’ordine, Luigi Spaccarotella, una condanna per omicidio volontario e tanti dubbi e poca chiarezza ancora a distanza di 10 anni. Oggi, però, non è il momento di fare processi, oggi è il giorno in cui ricordare Gabbo. Quella domenica di 10 anni fa con lui, moriva anche la passione che scalda i cuori di tutti noi amanti del calcio. Quella mattina perdeva la vita un ragazzo dall’attaccamento troppo grande per la sua squadra del cuore. Quel giorno di 10 anni fa ci lasciava Gabbo ed il suo amore per lo sport.

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Attualità