Seguici su

Attualità

Vigilia Scudetto: Juve-Napoli

Vigilia Scudetto: Juve-Napoli

Manchester City, Bayern Monaco, Paris Saint Germain hanno già vinto i loro rispettivi campionati già da qualche giorno. Il Barcelona in Liga, aspetta solo la matematica visto l’abbondante distacco sull’Atletico secondo. L’unico campionato principale europeo che ancora resta incerto è la nostra Serie A. Juventus e Napoli arrivano allo scontro diretto di domani sera con un distacco di quattro punti. Chiuderanno i bianconeri il discorso scudetto? Oppure i partenopei apriranno completamente le sorti di questo campionato facendo vivere le ultime quattro giornate al cardiopalma? Lo scopriremo domani sera all’Allianz Stadium.

Il turno infrasettimanale che ha “rovesciato” tutto

Mercoledì sera in un quarto d’ora è cambiato tutto. Il Napoli era sotto al San Paolo contro l’Udinese per 1-2. La Juventus stava difendendo l’1-0 di Crotone. Classifica parziale Juventus 87 Napoli 78. In pochi minuti si è rovesciata completamente la classifica perchè il gol di Simy allo Scida ha permesso i calabresi di pareggiare e tenere fino alla fine un punto che li fa ancora sperare per la salvezza finale. Al San Paolo sentendo il pareggio del Crotone ha rivitalizzato la banda Sarri ribaltando la contesa contro i friulani. Risultato finale Napoli batte Udinese 4-2, Crotone vs Juventus 1-1. Classifica alla vigilia dello scontro diretto è Juventus 85 Napoli 81.

Le statistiche tra Juventus e Napoli all’Allianz Stadium

Sono sei le partite giocate allo Juventus Stadium in campionato, oggi Allianz Stadium, tra Juventus e Napoli. L’esito finale è stato sempre lo stesso. Sei vittorie bianconere. Se vogliamo aggiungere anche un precedente in Coppa Italia sempre nel nuovo stadio bianconero risale alla stagione scorsa con la vittoria sempre per i piemontesi. L’anno scorso si giocava a fine ottobre ed il marcatore decisivo è stato l’ex più odiato dai napoletani, Gonzalo Higuain. Il “Pipita” si è ripetuto anche nella sfida d’andata vinta dalla Juventus 1-0 al San Paolo. Qui il video del gol decisivo.

Rocchi sarà l’arbitro

A dirigere la sfida di domani sera sarà Gianluca Rocchi di Firenze. Gli assistenti saranno Di Liberatore e Tonolini. Quarto uomo Massa. Irrati sarà l’arbitro di Var e Vuoto dell’Avar. Il 44enne Rocchi è l’arbitro che ci rappresenterà ai prossimi mondiali. Alla quindicesima stagione consecutiva da professionista. 32 partite con la Juventus con 26 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. 34 presenze con il Napoli, 16 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte.

Rocchi ha arbitrato la sfida di Torino tre volte.

  • 16 Marzo 2008 1-0 (Iaquinta).
  • 10 Novembre 2013 3-0 (Llorente,Pirlo e Pogba).
  • 29 Ottobre 2016 2-1 (Bonucci,Callejon e Higuain).

Come arriva la Juventus

L’arma letale dello scacchiere di Allegri

Allegri in conferenza stampa ha dichiarato che questa sfida sicuramente sarà più decisiva per il Napoli rispetto alla Juve. Ed ha ragione perchè il Napoli solo con i tre punti potrà sperare fino all’ultimo di conquistare quello scudetto che manca ormai da troppo tempo dalle parti del Vesuvio. Il mister livornese recupera tutti gli attaccanti a disposizione e l’unico indisponibile dovrebbe essere De Sciglio a causa della lesione di alto grado alla fascia plantare del piede sinistro. L’uomo in più in questo momento della stagione è Douglas Costa. Lui insieme ad Higuain sono certi di un posto da titolare. I dubbi sono tanti se giocare con quattro giocatori offensivi oppure al più equilibrato 4-3-3, che è stata la fortuna di quest’anno. Se verrà confermato il tridente d’attacco il terzo posto dovrebbe essere occupato dal rientrante Mandzukic con lo slittamento in panchina per Dybala. Il recupero di Pjanic è importante per prendere le retini del gioco a centrocampo. Il bosniaco dovrebbe essere affiancato da Khedira e Matuidi. In difesa il dubbio sarà sui terzini con Howedes e Alex Sandro favoriti su Lichtsteiner e Asamoah. Chiellini ritornerà certamente dal primo minuto accanto a Benatia davanti a Buffon.

Probabile formazione (4-3-3): Buffon; Howedes,Benatia,Chiellini,Alex Sandro; Khedira,Pjanic,Matuidi; Douglas Costa,Higuain,Mandzukic.

Come arriva il Napoli

Due gol nelle ultime tre uscite.

Sarri convoca per la trasferta di Torino tutti i giocatori a disposizione. Dopo l’eliminazione dall’Europa League i partenopei hanno fatto molta più fatica a mantenere il gioco spettacolare di qualche mese fa. Sicuramente la poca rotazione a questo punto del campionato si fa sentire ed i giocatori arrivano stanchi nel momento decisivo della stagione. Il recupero di Milik sicuramente aiuta Sarri ad avere una valida alternativa in avanti vista la poca lucidità di Mertens nelle ultime prestazioni. Unico dubbio tra Zielinski e Hamsik nel ruolo di mezz’ala sinistra. Per il resto formazione confermata. Tornano Koulibaly, Jorginho e Allan dal primo minuto. In avanti nonostante l’ottimo momento di forma di Milik dovrebbe spuntarla il belga Mertens coadiuvato da Callejon e Insigne formando un tridente leggero.

Probabile formazione (4-3-3): Reina; Hysaj,Koulibaly,Albiol,Mario Rui; Allan,Jorginho,Hamsik; Callejon,Mertens,Insigne.

Gabriele Di Pietro, editore classe 1993 per LivinplayNews. Entra a far parte di Livinplay come esperto di Fantacalcio, ed ogni settimana dedica una rubrica al gioco che appassiona ogni settimana tantissimi fantallenatori. Appassionato di sport, in particolare Calcio, Tennis e Motori.

Altro in Attualità