Seguici su

Attualità

Lebron Vs Curry

Lebron Vs Curry

Finalmente è arrivato Febbraio, il mese che per l’Nba significa solo una cosa: All Star Game. Lo spettacolare weekend cestistico statunitense andrà in scena a Los Angeles, dal 16 al 18 Febbraio. Dalla sfida tra i rookies, passando dalle gare di tiro da 3 e delle schiacciate, fino alla sfida domenicale fra i più forti atleti al mondo. Eppure, da diversi anni, la partita tra All stars ha perso molto appeal, un po’ per la scarsa competitività in campo un po’ per la monotonia dovuta alla mancanza di spirito difensivo. Per questo motivo in questa stagione si cambia tutto: niente più east contro west ma una sfida a ranghi misti.

LOS ANGELES 2018

Sarà Curry contro Lebron; o meglio il team Curry contro il team Lebron. Sono, infatti, loro i due giocatori più votati dai fan, giornalisti e giocatori stessi. Ai due capitani è spettato il compito di scegliere i propri compagni di squadra, per quello che è stato il primo draft dell’All Star Game.

IL DRAFT

Nonostante la grande attesa, il draft non è stato trasmesso in diretta. I due capitani hanno formato i propri team scegliendo in maniera alternata. Lebron ha scelto per primo, avendo ottenuto più voti. I roster sono formati dai 5 titolari e da 7 riserve.

TEAM LEBRON

Titolari: Lebron James (Cleveland), Durant (Warriors), Irving (Celtics), Davis (Pelicans), Cousins (Pelicans)

Riserve: Beal (Wizards), Aldridge (Spurs), Love (Cavaliers), Westbrook (Thunder), Oladipo (Pacers), Porzingis (Knicks), Wall (Wizards).

Il campione di Cleveland ha scelto una squadra molto fisica ed alta. Tuttavia la grande attenzione è stata catturata da due binomi che si ritroveranno nello stesso team: Lebron- Irving e Durant-Westbrook. Due coppie che, nelle passate stagioni, hanno dato spettacolo insieme ed ora si ritrovano avversari con casacche diverse. Durant scelse di lasciare i Thunder per vincere con il super team dei Golden State Warriors, un tradimento che Russ non ha ancora digerito. Dall’altro lato Irving che, dopo tre finals consecutive ed un anello vinto, ha deciso di lasciare la corte del Re per brillare esclusivamente di luce propria al Td Garden di Boston.

TEAM CURRY

Titolari: Curry (Warriors), Harden (Rockets), Derozan (Raptors), Antetokoumpo (Bucks), Embiid (Sixers).

Riserve: Lillard (Blazers), Butler (Twolves), Green (Warriors), Lowry (Raptors), Thompson (Warriors), Towns (Twolves), Horford (Celtics).

Il team rispecchia perfettamente il suo capitano. Gioco veloce e perimetrale, con tanti tiratori di professione. In fondo sarà uno scontro fra due filosofie di gioco diverse, tra passato e presente. Ad eccezione di Durant, Golden State è la spina dorsale del team Curry. I Warriors sono entrati nella storia come una delle otto franchigie rappresentate da ben quattro giocatori all’ All star game e con due “starters” nei quintetti di partenza. Completano il roster la coppia Derozan-Lowry da Toronto, il possibile Mvp Harden ed il futuro Mvp Antetokoumpo. Sicuramente la curiosità sarà catturata anche da Embiid per le sue provocazioni social e per le possibili vittime da poster dunk. Chissà se Rihanna potrà avere un’altra chance con con lui.

PLAYOFF IN VISTA

L’All Star Game segna, da sempre, uno spartiacque nelle stagioni Nba. Dopo il weekend delle stelle, ci sarà la corsa per ottenere un piazzamento ai playoff. Sarà una seconda parte di stagione molto combattuta e tirata, per andare a spodestare il dominio Warriors. Nel frattempo restiamo in attesa e godiamoci questo spettacolo.

N.B. A causa di infortuni di diversa entità alcuni giocatori non saranno presenti all’All Star Game. In special modo DeMarcus Cousins che ha riportato la rottura del tendine d’achille.

 

 

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Attualità