Seguici su

Attualità

Sorteggio duro, gironi di ferro, orgoglio italiano

Sorteggio duro, gironi di ferro, orgoglio italiano

Agosto è passato ed i primi giorni di settembre ci accompagnano, come di consueto, verso la pausa delle nazionali. Il nuovo corso di Roberto Mancini riparte dalla “Nations League” e da tanti volti nuovi alla prima convocazione in azzurro. Tuttavia l’argomento che tiene banco, in questi giorni, rimane senza dubbio il sorteggio di Champions League ed Europa League. C’era tantissima attesa per il ritorno delle quattro squadre italiane nell’Europa delle grandi ma anche per il nuovo Milan targato Elliot. Purtroppo il cammino europeo è stato caratterizzato, fin dall’inizio, da due aspetti poco piacevoli: l’eliminazione dall’Atalanta ai preliminari e sorteggi decisamente poco benevoli. Tuttavia la negatività deve far posto all’orgoglio nazionale perchè le italiane devono essere protagoniste nell’Europa di questa stagione. Ecco un’analisi delle avversarie prima del responso del campo.

JUVENTUS (GRUPPO H)

La Juventus si presenta ai nastri di partenza come la favorita secondo la stampa e le parole dello stesso Marotta. L’acquisto di CR7 è sicuramente il tassello decisivo per dare la caccia ad un trofeo che manca dal 1996. I bianconeri, da testa di serie, affronteranno due trasferte insidiose; si volerà in Inghilterra contro i Red Devils di Manchester. Il ritorno di Ronaldo all’Old Trafford, il ritorno di Pogba a Torino, la sfida contro Mourinho. Insomma non c’è bisogno di tante presentazioni. Dall’Inghilterra si passerà in Spagna dove ad attendere la Juventus ci sarà il Valencia, mentre in quarta fascia è stato pescato Young Boys. Non è sicuramente un girone di ferro, ma nasconde tante insidie. La Juventus dovrà rispondere subito presente e puntare al primo posto.

ROMA (GRUPPO G)

A Roma i tifosi hanno ancora negli occhi la semifinale dello scorso anno e la sconfitta per un solo gol di differenza contro il Liverpool. Quest’anno c’è tanta voglia di stupire per una squadra che ha subito un grande cambiamento in sede di mercato. A mio parere i giallorossi hanno tutte le carte in regola per passare il turno. E’ vero ci saranno i pluricampioni del Real Madrid ma le altre due avversarie non sono di certo insuperabili. Cska Mosca e Viktoria Plzen devono rappresentare le sfide decisive per ottenere gli ottavi di finale. Di Francesco ha una grande responsabilità, non può mancare questo appuntamento dopo gli investimenti effettuati.

NAPOLI (GRUPPO C)

E’ arrivato Ancelotti sulla panchina e subito è stato messo alla prova. All’ombra del Vesuvio il sorteggio è stato il peggiore possibile. Il gruppo C sarà sicuramente il più spettacolare ed atteso in tutta Europa. Ci sarà la grande sfida contro Cavani, un sogno di calciomercato cullato tutta l’estate. Il Psg ci proverà ancora una volta con un Buffon in più in squadra. Ma la vera mina vagante è il Liverpool inserito in terza fascia. La squadra di Klopp è una corazzata ed in Europa ha dimostrato di esaltarsi. Sarà dura per il Napoli affrontare queste sfide, toccherà al mago Ancelotti portare a casa una qualificazione così difficile. Senza dimenticare che la Stella Rossa può rappresentare una sfida semplice sulla carta, ma la trasferta a Belgrado è come scendere in un girone infernale dantesco.

INTER (GRUPPO B)

Infine eccoci giunti all’Inter che torna in Champions dopo tanti anni. Dal trionfo nel lontano 2010 sono cambiate tante cose, adesso i nerazzurri affronteranno un girone estremamente complicato a causa dell’inserimento in quarta fascia. Spalletti dovrà dimostrare di saper sfruttare i nuovi acquisti per cercare di ottenere il pass per gli ottavi. Di fronte si ritroverà il Barcellona di Messi, da troppi anni in disparte in Champions, ed il Tottenham di Pochettino squadra compatta ed estremamente cinica. Per non farsi mancare nulla ci sarà anche il Psv. Insomma sarà una sfida, al pari di quella del Napoli, molto ardua ma si sa non ci sono mai certezze in Champions.

MILAN (GRUPPO F – EUROPA LEAGUE)

Il Milan del nuovo corso Elliot deve assolutamente recitare un ruolo da protagonista quest’anno. Dopo l’iniziale esclusione, adesso deve sfruttare un sorteggio che può nascondere qualche insidia ma non è insuperabile. San Siro deve tornare ad essere un fortino mentre bisogna affrontare di petto ed a testa alta le trasferte in Grecia e Spagna. Il Betis di Siviglia è una squadra pimpante che può dare filo da torcere mentre Olympiacos ha una tradizione importante alle spalle. E’ sempre difficile giocare al Pireo contro una formazione che ha aggiunto anche Yaya Tourè a parametro zero nelle ultime ore. Tutto questo dando per scontato che le sfide contro il Dudelange, squadra del Lussemburgo, possano essere delle semplici formalità. Gattuso saprà mantenere alta la concentrazione.

LAZIO (GRUPPO H – EUROPA LEAGUE)

La squadra più sfortunata della prima fascia. Simone Inzaghi ed i suoi ragazzi sfideranno il Marsiglia di Rudi Garcia, finalista lo scorso anno. I francesi si sono rafforzati molto in sede di mercato e puntano decisamente a ripetere il cammino dello scorso anno. Dalla Francia si vola in Germania contro l’Eintracht di Francoforte: squadra compatta e solida. Il tour si conclude a Cipro contro l’Apollon. La Lazio ha tanta qualità ed una squadra rodata ma deve ripetere le prestazioni brillanti della scorsa stagione. Se mister Inzaghi riuscirà nel suo intento, i biancocelesti potranno sicuramente ambire a qualcosa di importante.

 

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Attualità