Seguici su

Eventi

Valencia: l’ultimo rombo di Motori

Valencia: l’ultimo rombo di Motori

Un altro motomondiale giunge all’epilogo, un’altra stagione di “Gas a Martello” si chiude. I verdetti sono stati già emessi e a Valencia si va per la classica passerella e per assegnare l’ultimo GP.

I Campioni

Il neo campione del mondo di Moto GP Marc Márquez

Nella più alta delle classi, la vittoria del motomondiale è andata ad uno strepitoso Marc Márquez a bordo della sua Honda.Durante la stagione non ha patito la concorrenza, eccezione fatta per uno squillo delle due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (compagno di squadra del campione nella prossima stagione). Márquez così sale a quota 7 titoli a soli 25 anni. Altri due ed eguaglierà il record della Leggenda vivente Valentino Rossi.

In Moto 2 a partecipare alla passerella di Valencia c’è l’Italia. Rappresentata da Francesco Bagnaia, pilota dello Sky racing team VR46.

Bagnaia ha avuto diversi contendenti durante la stagione. Prima Alex Márquez (Fratello di Marc) e Lorenzo Baldassarri. Poi Miguel Oliveira e Brad Binder, rispettivamente 2° e 3°. Degne di nota le prestazioni di Luca Marini, fratellastro di Valentino Rossi e compagno di squadra del neo campione di Moto 2. Il titolo della seconda classe, per il secondo anno, di fila finisce in Italia.

In Moto 3, invece, supremazia assoluta di un altro spagnolo: Jorge Martín. Martín ha fatto capire subito chi comanda in Moto 3 e dietro di lui si sono posizionati ben quattro italiani: Marco Bezzecchi, Fabio Di Giannantonio, Enea Bastianini e Lorenzo Dalla Porta.

L’ultimo Gran Premio

Il circuito della comunità valenciana

A Valencia si correrà per l’ultima volta. Una gara in cui resta da assegnare solo il trofeo del circuito. Un’occasione, un ultimo squillo, per gli avversari dei campioni di comincaire a lanciare la sfida per l’anno prossimo. Quando saranno più agguerriti che mai, indipendentemente dalla classe di appartenenza.

Molti dubbi saranno sciolti in quest’ultimo gran premio, ovviamente bisognerà dar seguito alle ottime prestazioni viste durante la stagione per poter candidarsi ad un posto di pretendente al titolo del prossimo campionato. I piloti che hanno impressionato sono tanti e l’anno prossimo non si lasceranno sfuggire l’occasione. Prima, però, bisogna passare da Valencia. La fine che rappresenta l’inizio. L’ultimo Gran Premio.

La stagione che verrà

Chiuso il motomondiale 2018 si inizia già a pensare a quello del 2019.

Nuovi piloti per nuove moto e sopratutto grandi riconferme. Giovani che vogliono mettersi in mostra nelle classi superiori. E’ auspicabile il salto di categoria per Bagnaia e Martín, per mettersi alla prova in realtà superiori rispetto a quelle che hanno vissuto finora.

Marc Márquez cercherà di aggiungere un ulteriore tassello ad una carriera già sin qui straordinaria per un giovane della sua età. Ma attenzione ai pretendenti. Dovizioso vuole il titolo e cercherà in tutti i modi di annientare il dominio spagnolo costruito negli ultimi anni.

Valentino continuerà a correre per inseguire il decimo titolo di una carriera leggendaria. Ed infine occhio a Jorge Lorenzo. Prossimo compagno di squadra del campione che automaticamente diventa il nemico numero uno. Il catalano vuole tornare a tutti costi sul tetto del mondo.

Complimenti ai campioni, e ai loro avversari. Valencia, e la fine della stagione, sono alle porte. Non vediamo l’ora che tutto questo spettacolo ricominci.

Semafori spenti. Per l’ultima volta, scatenate l’inferno

Ama lo sport in tutte le sue sfaccettature e per ciò che riesce a generare nella persona. Ama effettuare interviste di qualsiasi tipo e spera che un giorno si possa realizzare in tutti i suoi campi.

Altro in Eventi