Seguici su

Attualità

Vecchia ma sempre bellissima signora

Vecchia ma sempre bellissima signora

8 Marzo, festa della donna: una di quelle giornate che, ogni anno, viene cerchiata sul calendario. Passione ed emozioni contraddistinguono l’universo femminile e tutto quello che quotidianamente ci trasmette; ma, a volte, possiamo ritrovarci travolti e senza via di scampo come dopo il passaggio di un uragano. Per noi la donna è compagna, amica ma anche nemica: tante sfaccettature che possono cambiare anche nel corso del tempo. Ciò che non cambia, invece, è l’amore che nasce per alcune di loro e ci accompagna per tutta la vita: sono le mamme, le nonne, le mogli. E poi, nell’intricato puzzle della nostra vita che si va a comporre, c’è lei: unica, bellissima ed immortale.

LA VECCHIA SIGNORA

Vecchia si, ma il tempo non scalfisce la sua bellezza nonostante l’età. Non è certamente una compagna di vita per tutti, perchè se la ami devi anche rispettarla. Ed allora cresci con lei e vivi esperienze molto difficili da raccontare, perchè non c’è egoismo ma solo tanta voglia di camminare insieme. Ci saranno i momenti d’amore e di gioia, ci saranno le pause di riflessione, ci saranno i momenti tristi e depressi. In fondo tutto questo fa parte della vita di ognuno di noi, ma ciò che non mancherà mai sarà la sua presenza. Ed allora ti ritrovi a ripensare a quel 14 Febbraio 2018, a quell’amaro San Valentino nel quale ti sei sentito abbandonato e poco considerato dalla tua signora. In mano ancora quel biglietto per Londra, prenotato mesi prima, e poche certezze. Il dilemma è sempre lo stesso: questo viaggio europeo farà riscattare la scintilla?

LONDON CALLING

Non sei solo, insieme a te ci sono migliaia di innamorati. Tutti quei cuori che battono all’unisono per la stessa signora. Non esiste gelosia, perché lei ricambia il sentimento di ognuno di noi. Ed allora che Londra sia: la sua bellezza, la sua storia ed il suo clima anglosassone. E’ il momento della verità e l’invito a cena è di quelli da perdere il fiato: Wembley, una delle location più stellate al mondo. Ancora una volta, come a San Valentino, ti senti sotto pressione e pensi di non essere pronto a quell’appuntamento. Ti fai coraggio nonostante, di fronte, hai proprio quell’uragano che potrebbe travolgerti. Katrina, Irma, Sandy: questa volta, però, ha un nome maschile, ti ha fatto vivere tanti incubi ed è il tuo principale avversario al cuore della signora: Kane. Alto, biondo e di successo: lo straniero ha tutte le carte in regola per conquistare il cuore della tua amata. Già lo sai che tradirebbe il suo cuore dopo soli due appuntamenti da 180 minuti. Purtroppo le tue paure, diventano terrore; Kane ed i suoi giovani amici sono spavaldi, diretti e brillanti. Perfino l’amichetto sudcoreano, che tutti prendono in giro, in realtà dimostra il suo fascino. Niente, hai bisogno di una pausa. Corri in bagno, ti lavi la faccia e ti guardi allo specchio. Non può finire così…

“QUANTO SEI BELLA LONDRA”

Sai che ti resta poco tempo e devi giocarti il tutto per tutto. Purtroppo sei arrivato a Londra con pochi assi nella manica e punti tutto sulla tua esperienza. Ed allora ti fai strada a fatica nella folla di pretendenti, arrivi di fronte a lei e la guardi negli occhi. In quel momento Gonzalo e Paulo iniziano a suonare un tango argentino incalzante, sei al centro del mondo. Sono tre minuti di pura follia, non fai caso alle 90 mila persone attorno a te, siete solo tu e lei. Sei riuscito a baciarla, hai trovato il coraggio perduto a San Valentino. Adesso devi portarla via da lì. I pretendenti ti assediano e non ti lasciano passare, non vogliono rinunciare alla signora. Sono minuti frenetici e stai per crollare, finchè non intervengono loro. I tuoi angeli custodi Giorgio e Andrea che si fanno largo con la forza ed insieme al portiere del tuo palazzo, Gigi, ti portano fuori da Wembley. Sei euforico, ci sei riuscito, adesso devi tornare a casa con un treno svizzero che ti attende. Prima dai un’ultimo sguardo alla città, abbracci la tua signora e sei pronto a ritornare a casa. “Quanto sei bella Londra” pensi, ma la tua mente è già proiettata al prossimo viaggio con la tua amata compagna.

QUEL MALEDETTO CUORE

Ci sei riuscito ed il tuo cuore batte all’impazzata. Questo è vero amore, queste sono le emozioni che non dimenticherai mai. Poi ti fermi, guardi il cielo stellato e pensi a Davide. Andato via troppo presto, ma con un cuore colmo di amore per la vita, le sue donne e quel pallone.

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Attualità