fbpx
Seguici su

Attualità

Allegri – Sarri, il futuro passa dallo Stadium

Allegri – Sarri, il futuro passa dallo Stadium

22 Aprile 2018, la data è stata cerchiata da mesi sul calendario. Tutta l’Europa, domenica sera, guarderà la sfida decisiva per l’assegnazione dello scudetto. Juventus-Napoli è il big match che deciderà, probabilmente, un’intera stagione. Dalla rovesciata di Simy alla rimonta contro l’Udinese, le premesse per una grande notte di calcio ci sono tutte. Gli ingredienti cinematografici, che De Laurentis conosce bene, ci sono tutti ed adesso toccherà solo al campo dare il suo verdetto. Tuttavia domenica non andrà solo in scena il match scudetto. Infatti Juventus-Napoli vale molto di più dei 3 punti in palio. Rappresenta, infatti, uno spartiacque fondamentale nel futuro dei due tecnici in campo. Da una parte il pragmatico Max Allegri dall’altra il focoso Maurizio Sarri. Le voci sul loro futuro sono sempre più insistenti: la partita di domenica quanto influenzerà le loro scelte future?

LA CHIUSURA DI UN CICLO BIANCONERO?

Il tecnico livornese si è sempre trincerato dietro risposte di circostanza. Ormai da settimane, come un disco rotto, ripete “Devo ancora incontrarmi con il presidente, Nedved ed i direttori Marotta e Paratici.” Max Allegri ha, da sempre, diviso la tifoseria juventina per il suo passato milanista prima e per il suo gioco poco spettacolare poi. Eppure, dopo l’addio di Conte, la Juventus ha fatto un netto balzo in avanti a livello europeo, diventando una solida realtà. Le due finali di Champions ne sono la prova lampante. Tuttavia le due sconfitte cocenti possono rappresentare anche la chiusura di un ciclo europeo per il tecnico juventino. Le tentazioni, in fondo, sono molteplici: non solo le sirene della Premier, si fa sempre più insistente anche la voce che lo vorrebbe a Parigi in sostituzione di Emery. La partita di domenica diventa fondamentale. Allegri ha la possibilità di entrare nella leggenda della storia del calcio italiano e ripartire con un nuovo progetto tecnico, con interventi mirati nel prossimo mercato estivo. La chiusura di questa stagione sarà decisiva per la decisione futura. Lasciare una Juventus leggendaria nel suo momento migliore o provare, ancora una volta, ad inseguire il sogno Champions?

ALL’OMBRA DEL VESUVIO LO SPETTACOLO NON BASTA

La situazione è molto diversa. L’unica analogia che lega Sarri ad Allegri è l’incertezza sul futuro. Il Napoli sta affrontando una stagione da record, frutto del famoso “patto scudetto” che squadra e società hanno sancito. La prematura uscita dalle competizioni europee e dalla coppa Italia, ha incanalato tutte le energie fisiche e mentali sulla Serie A. Nella città partenopea sono tutti d’accordo: questo deve essere l’anno giusto per puntare allo scudetto. Lo sanno i tifosi, lo sanno i calciatori e lo sa soprattutto Maurizio Sarri. L’eventuale secondo posto non si potrà definire un fallimento totale, tuttavia rappresenterà la fine di un ciclo azzurro. Sicuramente è il momento di massima riflessione per Sarri che ha attirato l’attenzione di tutta Europa. Il suo carattere focoso, spesso sopra le righe, il suo gioco spettacolare rappresentano un biglietto da visita invidiabile per ambire alle panchine di alto livello. Domenica il Napoli non avrà nulla da perdere, dovrà presentarsi all’Allianz Stadium per vincere e provare l’impresa. Nonostante le dichiarazioni di facciata, Sarri sa benissimo che domenica sarà il giorno decisivo. Da questi 90′ minuti passa il futuro della squadra e specialmente il suo. Comunque vada sarà sempre nel cuore dei napoletani.

Juventus – Napoli, il futuro passa da qui.

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Attualità