fbpx
Seguici su

Benessere

Raggiungere la forma fisica: realtà o utopia?

Raggiungere la forma fisica: realtà o utopia?

Come posso raggiungere la giusta forma fisica?

Questa è una delle domande più comuni che ognuno di noi si pone quotidianamente. Superficialmente si potrebbero dare tante risposte diverse: l’essere magri, fare attività fisica ogni giorno, mantenere un certo tono muscolare.

Posto che la perfezione non esiste, una corretta forma fisica non può prescindere da due fattori principali: attività fisica ed alimentazione corretta.

ALIMENTAZIONE

L’evoluzione dell’uomo è andata di pari passo con quella alimentare. Il nostro modo di nutrirci è un della principali differenze con gli animali. Al giorno d’oggi l’essere umano ha un’alimentazione molto varia dalla frutta alla carne, dalle verdure al pesce, dai cereali fino agli insetti.

Nonostante questa vastità di scelta, la giusta alimentazione deve essere caratterizzata dalla presenza di proteine, grassi, carboidrati, zuccheri e fibre. Ogni elemento è fondamentale ed indispensabile.

Tutto questo è strettamente legato al raggiungimento di una forma fisica ideale. L’alimentazione deve essere indirizzata verso un equilibrio tra acquisizione e rilascio di energia. Le proteine rappresentano i mattoni sui quali costruire la muscolatura, i carboidrati e gli zuccheri forniscono l’energia, le vitamine ed i minerali di frutta e verdura hanno la funzione di unire e consolidare il tutto.

PASTI E QUANTITA’

“Le proteine la sera e i carboidrati di giorno.”

Questa è una delle tante frasi comuni legate erroneamente all’alimentazione e alla forma fisica. In realtà non esistono regole ben precise riguardo la diversificazione dell’alimentazione durante la giornata.

Gli accorgimenti da prendere e seguire sono molto semplici. In primo luogo è necessario riuscire ad integrare le tre sostanze principali: proteine, carboidrati e grassi. A queste bisogna aggiungere la frutta e la verdura come elementi d’accompagnamento e sostegno.

L’organismo deve mantenere un certo equilibrio e, per questo motivo, è fondamentale rispettare i tre pasti principali giornalieri (colazione, pranzo e cena). Tutte le trasgressioni alimentari e di orario durante la giornata possono solo minare questo equilibrio. Il fattore psicologico è fondamentale per raggiungere questi obiettivi; troppo spesso quotidianamente le crisi depressive da carenza di alimentazione colpiscono le persone.

Per quanto riguarda le quantità, non ci sono delle regole assolute. Tutto dipende dalla vita quotidiana di ognuno di noi e dalle attività che svolgiamo.

Per le persone sedentarie è preferibile un’alimentazione basata su verdura, frutta e fibre con meno proteine e carboidrati. In assenza di movimento e attività fisica non bisogna appesantire l’organismo.

Per gli individui con un’attività fisica regolare, l’alimentazione può essere costituita da carboidrati (50%) e proteine (30%). La frutta e la verdura servono per dare equilibrio con il loro 20%.

Per gli sportivi l’alimentazione è completamente diversa. Tralasciando i programmi alimentari specifici e personalizzati, i carboidrati sono la vera base e devono essere accompagnati, in quantità minore, da proteine, frutta e verdura.

I dolci e i gelati possono far parte dell’alimentazione equilibrata nel momento in cui vengono limitati i carboidrati.

ATTIVITA’ FISICA

Seguendo un’alimentazione equilibrata, l’attività fisica è il secondo fattore per raggiungere una giusta forma fisica.

Tralasciando gli sport di squadra e la corsa, gli esercizi comuni che ognuno di noi può svolgere sono quelli aerobici. Questa attività sfrutta l’energia dell’ossigeno e accelera il metabolismo basale. In questo modo è possibile bruciare i grassi, alimentandosi con moderazione.

Gli esercizi consigliati sono quelli a corpo libero. Ne derivano benefici non indifferenti: viene mantenuto l’organismo costantemente in attività ed il metabolismo non si ferma.

Ah un altro particolare importante? Gli esercizi aerobici possono essere fatti direttamente a casa.

Ernesto Francia, editore classe 1991 per LivinplayNews. Laureato in Scienze storiche presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna, collabora come giornalista per quotidiani ed editore per blog sportivi. Grande amante di calcio e basket, segue lo sport a 360 gradi unendo passione e lavoro.

Altro in Benessere