fbpx
Seguici su
F1

Attualità

F1: pronti, partenza, V…ettel!

F1: pronti, partenza, V…ettel!

Ci siamo!  Tra due giorni inizierà la 69° edizione del campionato di Formula 1. Dieci scuderie, 20 vetture pronte a darsi battaglia. Unico obiettivo:  strappare il titolo dalle grinfie della Mercedes e di Hamilton vincitore di 3 delle ultime 4 edizioni, eccezion fatta per il 2016 quando ad imporsi fu l’ormai ritirato Nico Rosberg. Da un tedesco ad un altro, è Vettel la speranza dei milioni di appassionati per rompere questa egemonia.  Duello destinato a marcare di nuovo questa stagione. Più della scorsa.

Chi farà ‘cinquina’?

Ferrari & Mercedes 2018

Ferrari & Mercedes 2018

Potrebbe essere il campionato più elettrizzante degli ultimi anni. Entrambi a quattro titoli dopo la vittoria del pilota inglese nel 2017, adesso i due campioni vogliono arrivare al 5° mondiale, obiettivo che, per ovvie ragioni, sarà impossibile da raggiungere per uno dei due. Sebbene, dunque, a livello di talento puro, Vettel ed Hamilton si equivalgono, determinanti potrebbero essere le prestazioni dei secondi piloti, ambedue finlandesi e confermati dalla passata stagione: Raikkonen e Bottas che già nella stagione 2017 sono risultati decisivi nella corsa al titolo.

Sarà solo una lotta a due?

Verstappen & Ricciardo

Verstappen & Ricciardo

Tuttavia, potrebbe anche essere l’anno della definitiva consacrazione di Max Verstappen che dopo le luci, e qualche ombra, dell’anno scorso potrebbe, insieme alla sua Red Bull, giocare il ruolo di terzo incomodo nella corsa al mondiale. “Con il pacchetto migliore sarò il migliore”, ha dichiarato. Sarà la pista a parlare. Lui insieme al più navigato, nonostante i soli 28 anni, Daniel Ricciardo, proveranno a rovinare la festa alle due scuderie più quotate.

Alonso – Renault: buon auspicio?

Alonso vittorioso in Renault nel 2005

Alonso vittorioso in Renault nel 2005

C’è chi, invece, due titoli li detiene dal lontano 2006 e che all’età di 36 anni ha deciso di continuare a mettersi in gioco scommettendo su se stesso ma soprattutto sulla Mclaren: Fernando Alonso. Dopo i quasi dieci ritiri dello scorso anno, l’azienda inglese ha deciso di abbandonare la motorizzazione targata Honda per passare ad una motorizzazione Renault, quasi nella speranza che un ritorno alle origini del binomio Alonso – Renault, vincitori insieme dei campionati del 2005 e del 2006, permetta alla scuderia  britannica di riportare il titolo in Inghilterra 10 anni dopo l’ultima volta, ovvero quando proprio Hamilton vinceva il suo primo titolo iridato.

Un grande ritorno

Alfa Romeo 2018 e i suoi piloti

Alfa Romeo 2018 e i suoi piloti

Tra i corsi e ricorsi storici, c’è anche un grande ritorno per il 2018: l’Alfa Romeo. Farà da sponsor al team Sauber portando avanti una collaborazione commerciale e tecnologica. La Scuderia italiana fu la prima ad aggiudicarsi la classifica piloti nelle stagioni 1950 e 1951, le prime due dove si assegnò il campionato piloti.  Ricordate chi erano i primi due campioni? Il meno conosciuto Giuseppe, detto Nino, Farina il quale “sarà storicamente ricordato come il pilota che per primo si è fregiato del titolo mondiale quando, nel 1950, fu istituito il Campionato del mondo di Formula 1”, come disse Enzo Ferrari,  e l’immortale Juan Manuel Fangio, vincitore di quei 5 titoli mondiali che Vettel ed Hamilton vogliono provare a raggiungere. Oltre lui, oltre loro, c’è solo Schumacher.

Si parte!

Hamilton, Vettel e si parte!

Hamilton, Vettel e si parte!

Almeno ai nastri di partenza della stagione 2018 i favoriti sono loro. L’unico potenzialmente in grado di dare battaglia a Lewis Hamilton è Sebastian Vettel. E’ quello che sperano i tifosi della scuderia di Maranello. E’ quello che sperano gli appassionati di automobilismo, per evitare che il titolo sia già virtualmente assegnato al pilota inglese. E’ per queste ragioni che non si potrà perdere nemmeno un giro di questa nuova stagione targata Formula 1. A partire da Melbourne, Australia, domenica ore 7.00. Scaldate i motori, si parte!!

Marco Quartuccio è uno degli editori di LivinplayNews. Laureato in giurisprudenza, ha approfondito i suoi studi in Inghilterra, affinando la conoscenza della lingua inglese. E' appassionato di tecnologia e sport: calcio, ciclismo e formula1 in particolare.

Altro in Attualità