fbpx
Seguici su

Attualità

Il ritorno dei giganti

Il ritorno dei giganti

Gli ultimi due Masters 1000 americani in cemento del mese scorso davano favorito l’ex attuale numero uno al mondo Roger Federer. Lo svizzero però non ha mantenuto le aspettative, per il ritorno di due giganti come Juan Martin Del Potro e John Isner.

I tornei americani

L’argentino è stato l’assoluto protagonista di Indian Wells. Partite straordinarie condite dal capolavoro in finale contro il numero uno di sempre con una vittoria sofferta, ma meritata al tie-break finale del terzo e decisivo set. L’americano invece dopo aver abbandonato subito al secondo turno il primo Masters del mese di Marzo si è concentrato sul torneo di Miami. Una crescita sempre maggiore per il numero uno a stelle e strisce che ha eliminato in ordine il ceco Vesely, l’esperto russo Youzhny, il gigante croato Cilic, l’outsider coreano Chung fino ad annientare proprio Del Potro in due set in semifinale. In finale soffre contro la promessa tedesca Alexander Zverev, ma alla fine si aggiudica per la prima volta un Masters 1000 ritornando nella top 10 del ranking mondiale.

La crisi dei campioni

Ed i campioni che hanno dominato il nuovo millennio che fine hanno fatto?

  • Roger Federer dopo la finale persa ad Indian Wells ha ceduto malamente a Miami contro il giovane australiano Kokkinakis facendogli perdere il primo posto del ranking. Adesso si concentrerà per la sua superficie preferita, l’erba. Salterà dunque i prossimi tornei in terra e lo rivedremo direttamente nel mese di Giugno.
  • Il serbo alla ricerca della migliore condizione

    Novak Djokovic ormai sembra un giocatore irriconoscibile. Ha dichiarato di aver disputato entrambi i tornei per riabituarsi a giocare a certi livelli. Ma sono arrivate due nette sconfitte contro avversari che una volta avrebbe battuto facilmente come Daniel e Paire. Adesso ha deciso di separarsi dai suoi collaboratori Stepanek e Agassi per ritornare dal suo vecchio tecnico Marian Vajda. Sarà presente sulla terra chissà in quali condizioni.

  • Ed infine Andy Murray dopo l’operazione all’anca di Gennaio, il suo obiettivo è ritornare per il torneo di casa sua, Wimbledon.

Iniziano i tornei in terra

Montecarlo = Nadal

Si pronuncia terra, si legge Nadal. Il maiorchino tornato numero 1 al mondo dopo l’uscita di Federer al secondo turno di Miami, dovrà mantenere la sua posizione fino al secondo grande slam della stagione, il Roland Garros che si disputerà a cavallo tra l’ultima settimana di Maggio ed i primi giorni di Giugno. Tanti saranno i tornei in preparazione allo Slam francese con piccoli tornei ATP 250, l’ATP 500 di Barcelona, ma soprattutto con tre Masters 1000 importanti. Montecarlo, Madrid e Roma. Si comincia proprio in questo weekend con il torneo monegasco dove lo spagnolo parte nettamente favorito rispetto ai suoi avversari. Però occhio alle possibili sorprese. Ci sono tanti giocatori giovani e non solo che vogliono mettersi in mostra e dire la loro. Alexander Zverev e Dominic Thiem su tutti, ma attenzione al nostro Fabio Fognini che spesso e volentieri sulla terra rossa regala prestazioni eccellenti e chissà se anche quest’anno possa essere lui l’outsider.

Gabriele Di Pietro, editore classe 1993 per LivinplayNews. Entra a far parte di Livinplay come esperto di Fantacalcio, ed ogni settimana dedica una rubrica al gioco che appassiona ogni settimana tantissimi fantallenatori. Appassionato di sport, in particolare Calcio, Tennis e Motori.

Altro in Attualità