fbpx
Seguici su

Attualità

La Pazza Inter di Spalletti

La Pazza Inter di Spalletti

Quinta vittoria consecutiva per l’Inter di Spalletti. La seconda su due partite di Champions, in un mese di settembre che ha regalato soddisfazioni al tecnico toscano e al popolo neroazzurro. Peccato per i 5 punti persi ad agosto contro Sassuolo e Torino, e la sconfitta interna con il Parma. Ma inutile recriminare, meglio guardare avanti.

Perchè gli obiettivi sono chiari. Passaggio agli ottavi di Champions League e qualificazione per la Coppa Campioni del prossimo anno. Cercando di migliorare rispetto all’anno scorso, continuare a costruire e farsi trovare pronti per il triennio successivo.

Il traguardo è Vecino

L’esultanza di Vecino contro il Tottenham

Matias Vecino, con il goal al Tottenham, ha regalato la possibilità all’Inter di essere padrona del proprio destino. Vincere contro il PSV, quindi, significava avere in mano l’opportunità di potersi giocare un bel pezzo di qualificazione da qui in avanti. La missione è stata compiuta grazie ad una buona prestazione, soprattutto a livello caratteriale. Reagendo al goal subito e ribaltando una partita che, grazie anche alla vittoria del Barcelona, diventava uno snodo fondamentale per la qualificazione.

Adesso le due partite proprio contro i Blaugrana, con la consapevolezza di avere già un importante match point in casa. E avere la possibilità di confrontarsi, finalmente, con una delle squadre più forti. Per vedere a che punto del progetto è questa squadra.

Anti Inter

Durante l’estate, l’Inter è stata indicata dai più come l’anti-Juventus. Purtroppo i punti di svantaggio sin qui accumulati dimostrano che, forse, la squadra di Luciano Spalletti ancora non è pronta a tenere il passo di chi è davanti. Lo stesso Napoli, ad oggi, risulta ancora superiore per consapevolezza e forza alla squadra nerazzurra.

Non c’è da fare drammi però. Perchè il processo di crescita continua e serve per avvicinare la vetta nel minor tempo possibile. Cercando di insidiare chi è davanti e continuare a ridurre le distanze.

La costruzione della squadra passa anche da punti di forza ben precisi. In questo, la coppia Skriniar – De Vrij rappresenta un investimento sicuro e certo. I due difensori stanno offrendo prestazioni di livello e il carisma dell’olandese aiuta il compagno di reparto. Senza dimenticare Miranda.

A centrocampo continua la ricerca dell’ideale compagno di Brozovic. Con Nainggolan che piano piano comincia ad entrare in forma. Politano e

Lautaro Martinez esulta contro il Cagliari

Candreva protagonisti di buone prestazioni, mentre Perisic è ancora al di sotto dei suoi standard.

Davanti la certezza Icardi e…….Lautaro Martinez. Il Toro scalpita e lo ha dimostrato nella gara interna contro il Cagliari. Goal al primo tiro in porta e apertura in rovesciata che ha infiammato San Siro. Spalletti ha lasciato intendere che è ancora presto per vederli insieme dall’inizio, ma il momento arriverà. Attendendo che lo stato di forma di tutta la squadra cresca e si raggiunga un equilibrio tale da consentire di essere più offensivi.

Magari con Nainggolan accanto a Brozovic, e la coppia argentina davanti.

Mauro e Lautaro, il futuro è nerazzurro?

Marco Pino, editore classe 1993 per LivinplayNews. Studente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in Management per l’Impresa, ha approfondito le sue conoscenze in materia sportiva con Sports Management. È da sempre appassionato di sport, in particolare alla gestione delle società calcistiche e ai loro business.

Altro in Attualità